Ayrton Senna: un fenoma atletico come fenomeno culturale

ayrton senna

“Senna” by StuSeeger is licensed under CC BY 2.0

en flag
fr-CA flag
zh flag
fi flag
fr flag
de flag
hu flag
it flag
ja flag
pt flag
ru flag

L'uomo dietro il famoso ghigno, Ayrton Senna, era un essere umano complesso e coltivato, ancora ricordato per il suo spirito umile e generoso. E anche come uno dei migliori piloti di Formula Uno di tutti i tempi, avendo vinto tre Campionati del Mondo Piloti (1988, 1990, 1991), più di qualsiasi altro pilota brasiliano.

Ma più di ogni altra cosa, durante le sue gare, Ayrton era uno showman — voleva vincere, e voleva che la gente lo vedesse vincere. Ha portato l'arte allo sport e lo ha reso più interessante per il pubblico con la sua personalità coinvolgente. Ed era un eccellente ambasciatore per la Formula Uno lontano dalla pista.

Brillantezza di Senna

In un certo senso, è relativamente facile spiegare la brillantezza di Ayrton Senna. Nella sua tragicamente breve carriera, ha vinto tre volte il Campionato pilota di Formula Uno. Un'impresa che è qualcosa che molti piloti possono solo sognare di fare. Ma tale grandezza non è brillantezza.

Senna è significativo come atleta artista perché è un simbolo di eccellenza in tutti i settori della sua vita. Era un campione non solo in pista ma anche nella sua vita personale. Egli è ricordato per la sua umiltà, passione, lealtà, determinazione e amore per Dio.

Il successo di Senna in Formula Uno è stato dovuto a una combinazione di abilità innata e spinta. Aveva un talento incredibile per reinventarsi quando era importante, per rimanere davanti al gioco. Anche da bambino, correva di go-kart prima di 16 anni.

Leggi questo post su Instagram Un post condiviso da Ayrton Senna (@oficialayrtonsenna)

Era un maestro nella lettura di una situazione, sapendo quando esercitare pressione e quando rilassarsi. E quando ha fatto pressione, Senna l'ha fatto con effetto devastante.

Aveva una combinazione unica di audace aggressivo e sottile finezza. La precisione e la tecnica di Senna erano così spettacolari; i suoi riflessi apparivano quasi disumani. Era un uomo capace di far ballare una McLaren con un tocco di piede. E Senna aveva la capacità preternaturale di leggere una gara, di vedere tutto il quadro da lontano.

Le rivalità tirano fuori il meglio e il peggio negli atleti.

Senna e Prost erano entrambi grandi piloti, ma erano molto diversi l'uno dall'altro. Prost era più un tecnico, mentre Senna era più un'artista. Prost era tecnico e meticoloso; Senna più istintiva e reattiva.

E improvvisamente mi resi conto che non stavo più guidando la macchina coscientemente. Stavo guidando da una sorta di istinto, solo che ero in una dimensione diversa.Ayrton Senna

Non è stata solo una cosa che ha causato attrito tra di loro. Era una combinazione di cose, tra cui la spinta di Senna ad essere la migliore, la naturale competitività di Prost e il fatto che erano in feroce competizione tra loro in ogni gara.

Prost era il campione per quattro anni di fila prima che Senna entrasse a far parte della McLaren. Quando arrivò, era come se fosse entrato con una missione per abbattere Prost.

Lasciare Lotus alle spalle

Per la stagione 1988, Lotus aveva sviluppato il motore turbo Ford V6, che diede loro il potere di competere per vittorie e titoli. Il Lotus 99T era previsto per essere il miglior telaio dell'anno, e le aspettative erano che Senna avrebbe consegnato almeno un titolo. Tuttavia, Prost ha avuto la meglio su di lui, dato che le auto con potenza Renault erano molto veloci sui rettilinei.

E Ayrton non ha cercato di rinnovare il suo contratto in scadenza con la Lotus alla fine della stagione. Avrebbe potuto firmare un nuovo accordo con Lotus, ma McLaren gli aveva offerto piu' soldi e migliori possibilita' di vincere. Per non parlare del fatto che un particolare motore Honda era anche una parte dell'accordo.

Influenza di Senna sulla Formula Uno e oltre

Così, la morte improvvisa di Senna al Gran Premio di San Marino nel 1994, all'età di 34 anni, ha stordito il mondo delle corse automobilistiche. Ma ha devastato il Brasile.

Mentre la sua carriera iniziò a decollare, Senna rimase umile. Non dimenticava mai le sue radici, e teneva alla sua gente soprattutto. Il suo talento e il suo impegno erano un faro di luce quando il Brasile soffriva di grande povertà e disordini.

Nonostante sia cresciuto in circostanze un po' privilegiate, Ayrton Senna riconobbe le difficoltà che molti dei suoi connazionali hanno affrontato. Era molto preoccupato per i bambini e il loro futuro. La sua famiglia ha adottato la passione di Ayrton e, dopo la sua morte, ha fondato l'Istituto Ayrton Senna, che ha contribuito ad educare più di 12 milioni di bambini brasiliani con i fondi della sua proprietà.

Oggi, molti piloti considerano Ayrton Senna il loro pilota preferito, con Michael Schumacher ancora a tenere Senna come suo modello di ruolo una generazione successiva. E quando Schumacher scoprì di aver legato Senna nelle vittorie di gara, fu sopraffatto dall'emozione, una rarità per il tedesco tipicamente stoico.

Mentre è vero che era ancora nel fiore della sua carriera al momento della sua morte, non c'è dubbio che la sua eredità è uno dei più grandi piloti di sempre. Ha stabilito lo standard per la sicurezza del conducente in Formula Uno ed è stato una figura chiave nella sua evoluzione nello sport che conosciamo oggi.

Leave a Reply
Previous Post
proprioception

A Kinesthetic Sense of Proprioception

Next Post
bonking

Why Bonking Feels like “Hitting the Wall”

Related Posts
Total
35
Share